L’Europa sta attraversando una crisi che è, innanzitutto, culturale e spirituale. È una crisi di identità che, iniziata secoli orsono, dipende principalmente dal disconoscimento o dal rifiuto dei fondamenti spirituali su cui è fiorita la sua cultura, da cui dipendono i valori fondamentali del rispetto della dignità dell’uomo, del riconoscimento della famiglia quale istituzione naturale e cellula primaria e insostituibile della società e della libertà di educazione nella ricerca della verità.

Menti lucide si sono sforzate, nel tempo, di capire di quale malattia oggi l’Europa e l’Occidente – quale espansione della cultura europea – soffrono.

Fra questi il filosofo italiano, allievo di Karl Popper, Marcello Pera, che particolarmente ha riflettuto, da laico, sulle radici cristiane dell’Occidente e in dialogo con il Cardinale Joseph Ratzinger, poi Papa Benedetto XVI, ha rintracciato soprattutto nel relativismo, la molla decisiva della crisi del nostro tempo.

Dopo una parentesi come politico e Presidente del Senato italiano, nel 2009 ha pubblicato il libro Perché dobbiamo dirci cristiani. Il liberalismo, l’Europa, l’etica, ed. Mondadori.  In tale occasione, presente a Messina per una presentazione del testo ci ha concesso una intervista, che nonostante siano passati circa sei anni non ha perso certo di attualità.

Nella intervista audio proposta di seguito, Marcello Pera, a partire da una riflessione sul liberalismo, segnala come una tale corrente significativa della modernità abbia un fondamento religioso ed è nella riscoperta di esso che può continuare a dialogare con il cristianesimo nella difesa della dignità dell’uomo e nel superamento della crisi relativistica.


Daniele Fazio

Daniele Fazio

Di Daniele Fazio

Dottore di ricerca in Metodologie della Filosofia, cultore della materia presso la cattedra di Filosofia morale del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Ateneo messinese con cui regolarmente collabora dal 2009. È stato borsista del Centro Universitario Cattolico ed è risultato vincitore del premio per un saggio di filosofia morale (2014), bandito dalla Società Italiana di Filosofia Morale. È docente di Filosofia e Storia nei Licei e corrispondente per la zona tirrenica della provincia di Messina della Gazzetta del Sud.

Un pensiero su “Superare la crisi dell’Europa. Colloquio con Marcello Pera”
  1. “Un alleanza tra Cristianesimo e Liberalismo rafforzerebbe questa dottrina dando un affermazione d’identità in ambito europeo”….per contrastare il relativismo dilagante…..Fa tanto piacere sentir parlare una persona molto autorevole della necessità di riaffermare i valori Cristiani come fondamento della laicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *